Il topo che amava i libri

  E’ iniziato con un libriccino piuttosto anonimo, prestatomi a Natale da mia sorella. Sulla copertina, però, mi incuriosiva il disegno di un topolino dall’aria malinconica che legge un libro. E, dapprima lettrice distratta, poi sempre più attenta, mi sono innamorata, pagina dopo pagina, del personaggio di Firmino.

 

Firmino è un topo nato in una libreria di Boston negli anni Sessanta. Ha dodici fratellini e lui è il più fragile, poichè mamma Flo, topa ubriacona e disattenta,  ha solo 12 mammelle e Firmino rimane escluso dal nutrimento. Scoraggiato, si accorge che deve inventarsi qualcosa per sopravvivere e comincia ad assaggiare i libri che ha intorno. Scopre che i libri più belli sono i più buoni. E diventa un vorace lettore, cominciando a identificarsi con i grandi eroi della letteratura di ogni tempo.

Photobucket

E’ il libro d’esordio di Sam Savage, classe 1940, ex professore di filosofia e ora riparatore di biciclette nel South Carolina. Ed è un racconto che si legge con struggente tenerezza, deliziandosi per le citazioni colte e i riferimenti a tutti i libri più amati dagli accaniti lettori, ma anche parteggiando per lo stalunato protagonista, tenero e inadatto alle crudezze del mondo.

Se non lo avete già letto – è stato un caso letterario nel 2008 – ve lo consiglio. Chissà, poi, se incontrando un topolino dal vivo, riuscirò a non strillare dalla paura, pensando possa trattarsi del piccolo eroe del romanzo…mah… E poi, è l’unico topo che possa ospitare in casa, insieme al Topolino di Walt Disney : con quattro gatti in giro, il povero Firmin, se fosse reale, non se la passerebbe bene ad essere mio ospite!

 

Annunci

10 thoughts on “Il topo che amava i libri

  1. Ho letto Firmino, ma devo ammettere di non averlo capito del tutto… specialmente il finale, molto nebuloso… sai, ho sempre amato i topini… ne ho avuti tanti, in casa! Cricetini, scoiattolini, topini ballerini… ci giocavo, gli insegnavo a mangiare dalle mani, a farsi carezzare… sono creature deliziose!P.S.Non esiste un angelo che non sia bene accolto, se è buono!

    Mi piace

  2. Acciderboli… e devo proprio leggerlo questo!Mi intriga per davvero!Rimedierò dolce Harielle… la tua recensione è degna di un critico d’autore!Un bacio tesoruccia!Carmen

    Mi piace

  3. Devo ancora leggerlo, è meòòa pila sul comodino….prima o poi arriverà il suo turno….Già solo il fatto di essere "un topo di biblioteca" – come mi hanno sempre chiamata i miei amici – me lo ha reso simpatico…..

    Mi piace

  4. Ho tutta la serie di Topolino a casa ma Firmin il letterato no, a parte la foto di copertina la trama incuriosisce perchè qualcuno che si deve arrangiare per mangiare è cmq sempre di attualità, se poi lo si fa progredendo nella propria scala culturale va bene. Della serie anche i topi insegano 🙂 Grazie per la dritta, un sorriso.

    Mi piace

  5. Divertente!A parte che dalle storie si impara sempre dallamorale che nascondono!Bel suggerimento loleggerò sicuramente…Un abbraccio e un bacinostellina dolce…e grazie sempredella tua presenza…*Elèna*

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...