Una donna è solo con la…gonna?

Di recente ho incontrato la mia amica H. che mi ha riferito una conversazione avuta con un suo conoscente. Il tema era la femminilità” perduta” nelle cosiddette donne moderne, a detta del suo interlocutore. Vi riporto il dialogo, anche  interessante sotto alcuni aspetti antropologici. E mi piacerebbe conoscere il parere anche dei miei amici maschi di blog.

“Prenda ad esempio quel famoso personaggio…perchè crede che si sia rivolto a delle escort? “
“Non lo so..me lo dica lei”
“Perchè voi donne ci state mettendo in un angolo, ci fate sentire non all’altezza. L’uomo medio è tutto sommato semplice…gli piacciono le belle macchine, tifa per una squadra di calcio, è contento se compra l’ultimo modello di telefonino piuttosto che di computer. Insomma…l’uomo medio dopo il lavoro vuole rilassarsi,  tornare a casa e trovare una donna con la gonna.

 

Le donne  invece…ma si guardi intorno…donne che lavorano, che fanno lavori importanti, guidano, vanno in palestra, fanno mille attività…
Prenda una come lei, ad esempio: bella, intelligente, nel suo lavoro ha un suo piccolo potere, fa mille cose  e riesce in tutto… magari uno di questi giorni si sveglia e dice: voglio andare in Papuasia a studiare una tale tribù, prende e parte.  Non chiede neanche il parere a suo marito…al massimo lo informa della sua decisione…. un uomo normale rispetto a lei si sente ….

 

“Come si sente?”
” Si sente…che gli manca l’aria, sente di non essere all’altezza perchè, una come lei, ha un modello preciso di uomo, non si accontenta mica!”
“Ma scusi, perchè mi parla di modelli…prenda un uomo come lei, conversazione brillante, grande cultura, perchè mai, uno come lei, dovrebbe sentirsi ‘non all’altezza’?”

 

“Ma perchè io sono un classico uomo medio…per uno come me, vede, un bel culetto potrebbe essere già un ideale, ma una donna come lei no…una donna come lei…pretende… “
“Sta, quindi dicendo che una donna come me è…scomoda?”
“Si….scomoda”
“Castrante?”
“Si, decisamente.”
“E come si sente un uomo che vive con una donna castrante?”
“Impotente. Fa sentire un uomo impotente”
“E allora, come reagisce l’uomo medio quando è il compagno di una donna come me?”
“Si cerca un’altra”

 

“Ah!”
“Senza dubbio!”
“un’altra…come?”
“Un’altra che lo faccia sentire più a suo agio”
“Sa una cosa? Questa sua verità  che mi butta in faccia, non è richiesta e anche un po’ crudele ma…in fondo la ringrazio, sa?”
“Mi ringrazia?”
“Si…lo io perchè…”

Il dialogo tra H. e il suo interlocutore finisce qui. Ed a me vengono in mente tante considerazioni sul nostro italico paese, classe cosiddetta dirigente in testa, ma anche sulla nostra cultura nazionale, sul tutto da costruire rapporto paritario uomo-donna e sul rispetto di se stessi e dell’altro. 

grazie, Honey, per avermi prestato la conversazione 🙂

Annunci

18 thoughts on “Una donna è solo con la…gonna?

  1. non condivido la visione di quell’uomo—
    ad esempio io ho sempre cercato la donna in gamba—
    il che non necessariamente si traduce in “altolocata” o di “grande cultura” o “in carriera”—
    quelle sono etichette davvero fuorvianti—
    la vera donna si svela il lunedì mattina, non il sabato sera—
    la vera donna capisci chi è quando deve affrontare difficoltà, non quando ha già assicurate le soluzioni—
    la vera donna la impari ad amare davvero quando ti sta accanto nei tuoi momenti di debolezza, non solo nei tuoi momenti di gloria—
    e ho sempre cercato la donna con la gonna, nel senso che non rinunci alla sua femminilità fatta, anche, di tenerezza, oltre che di determinazione—

    Mi piace

  2. Una donna senza ‘complicazioni’? Allora si potrebbe accompagnare a una bella bambola gonfiabile: non parla, non chiede, non rompe, non è castrante.
    La descrizione dell’uomo cosiddetto medio è di uno squallore esasperante, per fortuna che non tutti sono così e soprattutto non agiscono e ragionano così, altrimenti ci sarebbe da spararsi negli alluci.
    Non giustifico nulla degli alibi creati da questo interlocutore che sarà anche brillante e acculturato nonchè dotato di buona favella, ma è arido come un limone ciucciato e si uniforma alla massa più rasoterra che cerca la donna oggetto e si spaventa se oltre alla ‘patata’ disponibile a comando, costei azzarda una richiesta, una critica o un’iniziativa.
    La donna sa essere tale anche senza gonna, e lo dico cercando di levarmi dalla mente certe scene da avanspettacolo messe sul palco dal nostro Nano che si è cercato Ministre e Deputate con il centimetro in mano.
    Se quella è parità allora io sono onnipotente. 😀
    Un abbraccio, cara!

    Mi piace

  3. siamo ancora molto distanti noi donne italiane per poter conciliare carriera e famiglia di solito le donne che scelgono la carriera se non hanno un’aiuto economico più che solido non riescono a mantenere buoni rapporti con il proprio patner che come lei ha la stesse necessità di realizzarsi lo stato non aiuta noi donne che siamo costrette a lasciare grosse somme di denaro per asili nido o baby sitter alla fine sono le donne che si devono accupare dei figli della casa, curare il proprio aspetto le relazioni.La carriera non può aspettare che i figli crescano e allora tante donne fanno delle scelte che la maggior parte degli uomini non condivide e non accettano di sacrificarsi al loro posto ecco perchè si sentono messi all’angolo hanno ancora secondo me il concetto che la moglie deve essere madre moglie amante amica ma loro per le donne cosa sono disposti a fare?

    Mi piace

  4. …..concordo pienamente con quel signore…non mi va di chiamarlo uomo…..
    (ho appena fatto un post sull’argomento….anche se sono solo mie dilazioni)
    mi sono trovata spesso a parlare della cosa con uomini…ed ultimamente anche mio figlio che sicuramente non cerca una bamboletta….ma di certo cerca una donna …con la gonna…..
    per dirti va matto per le bionde….al punto che non vede neanche le altre donne….ma la vuole intelligente…sensibile….di tutto di più….ma bionda….
    l’altro giorno gli ho detto….ma se fosse bruna?…e lui….che si tinga……
    capisci…non importa poi cos’è realmente….basta che l’occhio veda cosa
    vuole…..
    ti assicuro che è solo una conferma di ciò che vedo sovente….facciamo paura…siamo troppo indipendenti….troppo brave in tutto…..
    e così l’uomo scopre che non basta più provvedere alla donna….come pensava lui….bisogna dargli altro….perchè poi è quello che spaventa…
    noi sappiamo sostenere i due ruoli…loro no….
    solo il loro vecchio prototipo maschile che nessuna di noi vuole più….
    io continuo a contare sui giovani….loro almeno vogliono la gonna ma non più la donna passiva che vorrebbe ancora l’uomo di una certa età (che poi non è così datato)….
    vabbè…..ho cercato di essere coincisa ma mi sa che non è ben capibile….
    fa…istessssssss….tu capisci ;))
    ciao angelo…..e….mettiamoci la gonna se vogliamo un uomo….
    per l’Uomo….mi sa che c’è ancora da aspettare (forse qualche eccezione c’è)
    abbraccione

    Mi piace

  5. forse è colpa di quel po di testosterone in più che abbiamo e qualcuno non riesce a gestirlo. magari l’interlocutore è un leghista. di fatto la nostra è una socità maschilista gli esempi si sprecano, e l’uomo cosidetto medio ha ancora paura di una donna oltre ad essere mamma è anche parte attiva della nostra società.

    Mi piace

  6. non mi risulta che la signora berlusca sia una donna in carriera,
    cmq essere donna non è nell’abito ma forse nel come lo indossi, come essere uomo non sta nella libertà di soverchiare una donna con la propria personalità, esiste una sola guida, quella dell’esempio!
    ognuno da il suo generando un insegnamento.

    Mi piace

  7. anche se non sono un uomo provo a dirti come la penso, cara.
    intanto mi dispiace profondamente per emma, è evidente che si vuole poco bene e sta insegnando al figlio il modo per farsene volere ancora meno.
    la conversazione che hai riportato è, a mio parere, pretestuosa e provocatoria. trovare una scusa così banale per giustificare le proprie inefficienze e le proprie miserie, mi sembra davvero ridicolo. esistono uomini, donne, persone. generalizzare sulle persone è sempre una faccenda da ” porta a porta “. ognuno pensa, si comporta e vive sulla scorta della propria cultura, del proprio sentire. il resto son chiacchiere ( da porta a porta, per l’appunto ) il personaggio descritto testè se lo conosci lo eviti… eccome! 🙂

    Mi piace

  8. Credo la donna d’oggi e indipendente e sa fare la sua strada si quella privata e quella lavorativa, ma a volte pensando al passato trovavo la donna più modesta non so se mi spiego bene, foto e immagine dai anni 50 -60 la donna era donna .. oggi non è più cosi.. ma forse e giusto cosi.. non lo so.. un forte abbraccio Pif ☀ Rebecca

    Namastè, visit my new Home
    http://pif64rebecca.wordpress.com
    Mitakuye Oyasin Rebecca

    Mi piace

  9. X mizaar…..
    mi spiace cara…ma non hai proprio capito……
    io non sono tipo da accontentarmi….e neanche mio figlio….
    penso che quando non si sa sarebbe meglio non metter naso…..
    Rosy mi conosce e penso abbia capito….
    il significato era……IO NON MI SONO MAI ACCONTENTATA….
    sono single per quello….e di lunghe relazioni ne ho avute….con 4 figli…..
    e mio figlio è come me….era ironica la cosa….
    per dire che se uno come matty è single perchè non si accontenta ….
    ed ha 21 anni e non esce solo per uscire perchè chiede di più che guarda caso anche per lui che cerca una donna non è facile….
    e se lui che è così da importanza al colore dei capelli…..forse è solo perchè comunque l’uomo è diverso…
    perchè lo è…che ci piaccia o no……
    non mi prolungo perchè mi sembra di aver già fatto un sermone…..
    scusa rosy per questa appropriazione indebita di spazio….

    abbraccione sempre…..emma

    Mi piace

  10. Scusate se entro solo adesso nel cuore della discussione, ma ho avuto una giornata molto lunga al lavoro. E’ bello leggere i vostri pareri, e mi conforta sentire opinioni diverse. Il signore di cui ho riportato la conversazione è un conoscente da breve tempo di una mia cara amica, e pare sia persona “colta” . La mia amica, donna bella, indipendente e spiritosa, ha avuto la percezione di averlo ” provocato” in qualche cosa, e questo ha dato luogo alla sua esternazione. E’ proprio questo il punto, secondo me: che le donne che non si mascherano da pulzelle da salvare o da bombe del sesso possono far entrare in crisi certi archetipi mentali maschili, che quasi tutti , uomini compresi, pensano retaggio del passato.
    @Virginia ed Emma: mi spiace del fraintendimento, conoscendo Emma personalmente ho capito quel che voleva dire…e per quel che conosco la cara Mizaar (che bella 6 nella foto1), posso concludere che siete due donne che non si accontentano, che portano la gonna (io le adoro ) ma innestano sempre prima il cervello!
    Aaaah, che bello poter fare un commento chilometrico! 🙂 🙂 🙂

    Mi piace

  11. La conversazione che hai riportato nel tuo post non mi stupisce affatto.
    Mi accorgo ogni tanto che avere una mente agile, un lavoro che in qualche misura mi lascia spazio per prendere le mie decisioni, mi porta ad essere abbastanza determinata.
    Non sempre gli uomini gradiscono.
    Ho un nuovo collega, con fare sgraziato, l’altro giorno mi ha chiesto se potevo fare un lavoro al suo posto. Gli ho risposto che lo avrei fatto senza problemi se lui fosse stato in grado di fare il mio. Ben sapendo che non sarebbe stato all’altezza. Ma per lui sono una segretaria… e visto che non l’ho assecondato, anche antipatica.
    Per fortuna la maggioranza dei miei colleghi è intelligente e di uomini insulsi se ne contano davvero pochissimi.

    Mi piace

  12. Carissima Harielle,
    nessuno può reprimere le capacità naturali di un’altra persona, sò soltanto che essere affiancato da una donna intraprendente e libera di esprimere se stessa, diventa un vantaggio per chi l’ha reclutata nel vivere al suo fianco e nel condividere la vita di coppia.
    Costruire la propria vita, con la donna che si muove, lavora, accudisce i figli e potrebbe anche far carriera, è indiscutibilmente segno di ammirazione, a discapito di chi ha sempre considerato la donna con la gonna essere leggermente inferiore.
    Non angosciatevi, perchè il vostro ruolo nella società, è ugualmente importante come noi uomini.
    Giorgio

    Mi piace

  13. beh…preferisco “perdere” la femminilità che mantenerla per rinfrancare e rassicurare un classico e purtroppo ancora diffuso uomo medio che si esalta nella contemplazione dei un bel culetto e nulla più.
    Fortunatamente non tutti gli uomini la pensano così e fortunatamente qualcuno dice ciò che realmente pensa così noi donne possiamo fuggire a gambe levate da questi ultimi.

    Un sorriso per te,
    Maria Rosaria

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...