Plinio

E’ iniziata così, una sera di otto giorni fa, quando, tornando a casa in auto dalla spesa al supermarket, sul viale di casa mi sono imbattuta in un gatto barcollante che mi ha costretta a sterzare. L’ho guardato, lui mi ha fissato con grandi occhi su  un corpo macilento e poi si è dileguato.

 Mi ero dimenticata di lui ormai, quando mia figlia, tornando a casa, mi ha citofonato per segnalarmi che un gatto molto malato si era rifugiato nel nostro garage. “Vieni giù, mamma, sta male” mi ha pregato. “Abbiamo già 4 mici” la mente mi ha subito suggerito la risposta, ed infatti ho provato a rispondere no. Il cuore però mi ha fatto tornare alla memoria l’immagine di quel micino che non si reggeva sulle zampe. Fosse lui? Inutile dire che sono scesa giù e che ho trovato un piccolo essere tremante, sporco, la bocca piena di pus.

plinio appena portato in casa, 8 giorni fa

Plinio appena portato in casa, 8 giorni fa

Quando il prossimo bussa alla tua porta, sotto forma di essere vivente, malato, sofferente, come si può rispondere  no? Non so come avesse fatto il piccolo a trovare proprio la strada di casa mia: abitiamo in un comprensorio vasto dove ci sono tanti abitanti ed è facile perdersi, ed invece lui è venuto da noi. Così Plinio è entrato nella mia casa, è stato subito portato da sabato scorso dalla ormai amica veterinaria, che gli ha asportato parte dell’arcata dentaria entrata in necrosi. Ogni pomeriggio mia figlia od io lo portiamo a fare delle terapie, consistenti in fleboclisi, pulizia dentale e  iniezioni di forti antibiotici. Per ora può mangiare solo omogeneizzati, ma il pus è scomparso, anche se per la vet la prognosi è ancora riservata.

Non so se potrò tenerlo con me, ma per ora mi interessa che questo esserino dall’età indefinibile stia bene e  viva. Maschio, castrato, forse smarrito o abbandonato,  appena si è sentito meglio si è mostrato subito affettuoso e vivace: con la boccuccia malata sembra addirittura sorridermi quando mi vede. L’ho sistemato nello studio, lontano dagli altri gatti, in attesa di conoscere i risultati delle analisi del sangue. All’inizio è stata dura “perdere” (martedì ho fatto anche tardi al lavoro) più di 1 ora ogni giorno per tenergli ferme la zampine mentre scendono la soluzione fisiologica e l’antibiotico in fleboclisi, poi ho cominciato a sentirmi sempre più vicina a lui, entrando in uno stato quasi di empatia e di meditazione.

plinio dalla veterinaria, 4 giorni fa

Plinio dalla veterinaria, 4 giorni fa

Meditare tenendo la zampa ad un gattino significa sentirgli battere il cuore e dentro di lui percepire un intero universo, animale, vegetale,   che pulsa, soffre, muore di fame, sogna un mondo migliore. Ad un certo punto ho pensato alle persone che amo, alla mia amica P. che dopo l’operazione sta affrontando la chemioterapia  con tanti malesseri. Ho pensato ai bambini che ogni giorno muoiono di fame o in guerra, alle sofferenze di uomini e donne. Agli animali che ci donano tanto amore incondizionato e che noi umani tradiamo abbandonandoli. Al dolore e all’amore che ci può far soffrire ma che ci eleva sempre. Alla morte e a quel dio sconosciuto che noi, come formiche dell’universo, non possiamo vedere e che sicuramente è un mistero che non riusciamo a comprendere nella nostra dimensione finita.

plinio

Plinio stasera

Ecco, io non so se Plinio – così l’abbiamo battezzato – ce la farà a vincere questa battaglia per la sua vita, ma voglio essere vicina a lui, pulirgli gli occhietti e tenergli le zampine, coccolarlo, inondarlo di amore. E’ così che facciamo sulla terra noi umani, forse ce lo hanno insegnato un tempo gli angeli…

Annunci

21 thoughts on “Plinio

  1. …dolce amica…….
    non è così che fanno gli umani….purtroppo…..
    è così che fanno gli angeli…..
    certo che plinio vivrà…nessun dubbio…..
    vivrà per ringraziarti……..
    ti abbraccio….come si possono abbracciare gli angeli….

    Mi piace

  2. Credo molto nel destino e nei suoi segni…
    L’incontro con il micetto, poi sparisce, ed ecco che viene a rifugiarsi proprio nel vostro garage (e da quello che ho capito dove abiti tu ci sono tante altre case, vivono molte altre persone): questo è un segno. Il povero Plinio ha capito che solo da voi avrebbe trovato salvezza, cure e soprattutto quell’affetto di cui aveva tanto bisogno.
    E infatti non gliene avete fatti mancare, la dimostrazione lampante sta nelle immagini che hai postato: da quella posa raggomitolata e l’aspetto macilento, ora vedo nei suoi occhi tanto amore e riconoscenza e sembra proprio che ti stia sorridendo.
    Incrocio le dita affinchè anche gli esiti degli esami del sangue siano negativi e questo sfortunato (ora fortunatissimo) amico peloso possa ristabilirsi e continuare a vivere.
    E sono sempre più convinta che gli Angeli esistono: tu lo sei, per davvero.
    Sono tutti bravi a parole, ma non penso o meglio non sono così sicura che se il poveretto si fosse imbattuto in qualche altro abitante del circondario avrebbe ricevuto lo stesso trattamento.
    Un abbraccio a te e tante coccole a Plinio, mi raccomando facci sapere dei suoi progressi. :*

    Mi piace

  3. Anzitutto bravissima per occuparti di un piccolo essere vivente peloso!
    Molto bella la tua cronaca come sono belli i racconti che hanno come protagonisti gli animali.
    In casa io ho un cagnolino, anche lui trovatello buttato fuori da un’auto in movemento, che amo come amo tutti gli animali.
    Complimenti vivissimi per la tua umanità che non è affatto scontata tra gli umani!
    Ciao, buona serata e buona domenica. Osv

    Mi piace

  4. Il tuo cuore è…….grande. Mi sento piccola piccola…perchè non farei mai e poi mai nessun male agli animali,anzi, ma li temo e non sarei capace di prendermi cura di loro. Mi sono occupata della gattina di una mia vicina per due mesi, mentre lei era all’ospedale, e l’ho fatto con grande senso di responsabilità perchè sapevo che la sua padrona la ama più di se stessa e ho sperimentato quanto sanno essere coccoloni ma…niente di più.

    Mi piace

  5. Sono sicura che Plinio ce la farà ma sarà legato a te per sempre i gatti non dimenticano chi gli ha teso una mano e poi tu hai già deciso sei una grande e meravigliosa donna e non solo i gatti se ne sono accorti ciao una dolce carezza al tuo piccolo amico e un bacio a te tienici informate buona domenica

    Mi piace

  6. Che bella persona sei, Harielle!!! Mi hai commosso, Doveva essere bastato un solo sguardo a Plinio per capire che poteva fidarsi di te, che ti saresti presa cura di lui!
    Buona domenica, amica dal cuore grande!!!!

    Mi piace

  7. se qualcuno mi dovesse chiedere che cosa deve fare delle sue giornate risponderò :”vai a leggere il blog di Harielle e saprai cosa fare della tua vita”
    sei un esempio di grande umanità, auguro a Plinio di farcela e dovrebbe visto l’amore con il quale lo curi….l’amore è l’unica conquista che tutti dovremmo fare, cura e risolve tutti i problemi…ti abbraccio forte e buona domenica,Angela

    Mi piace

  8. Ciao voglio solo dirti che questo post mi ha commosso, spero tanto che Plino ce la faccia a superare questa sua situazione critica.
    Mi piacciono tantissimo le ultime due riga:
    “….E’ così che facciamo sulla terra noi umani, forse ce lo hanno insegnato un tempo gli angeli…”” e sono certo che per Plinio tu sei uno di quegli angeli.
    Ti auguro una buona domenica, con amicizia, Vito

    Mi piace

  9. Ciao Harielle, e bello prendersi cura di un piccolo fratello animale, da loro noi possiamo cosi tanto imparare, soprattutto loro sanno cosa vuol dire amare.. sono veri artisti d’amore.. serena giornata da Pif☀Rebecca

    Mi piace

  10. prendersi cura di un essere che soffre, affezionarsi, mettersi a disposizione, “spendere” tempo, denaro, dare ospitalità e carezze,…gesti importanti per chi li riceve ma anche per chi li fa, gesti che definiscono le persone e il loro cuore.
    Plinio ce la farà, è in ottime mani, e saprà ringraziarvi con le sue fusa, con la sua presenza capace di regalare attimi di calma e di dolce meditazione.
    Bella storia che insegna tanto.
    Una carezza per Plinio, ciao

    Mi piace

  11. Ieri pomeriggio, portando Plinio a fare la sua terapia, ho trovato già una parte degli esami del sangue: gammablobuline, albumine, cpk e fosforo molto alti, ha problemi di insufficienza renale. Aspetto giovedì di conoscere i test FIV e FELV…povero micio…

    Mi piace

  12. Povero piccolo.. e tu sei stata un grandissimo esempio di amore e compassione. Non è davvero da tutti prendersi cura così di un micetto appena incontrato. Mi unisco anche io alla speranza di tutti che si rimetta presto!

    Mi piace

  13. Ciao Harielle grazie per il tuo conforto che mi hai lasciato nel mio Post.. ti auguro un sereno periodo d’avvento con sincera amicizia Pif☀Rebecca

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...