Da dove si ri- parte?

Anno Nuovo appena iniziato, tempo di propositi e di buone intenzioni (l’inferno sarà lastricato anche di questi post- it formulati e bruciati tempo una settimana?)

Fine Anno trascorsa con la mia amica ammalata e la sua famiglia, anche se da angelo consolatore sono passata ad essere per loro angelo consolato, dato il recente fallimento delle “prove di felicità” e la conseguente cocente delusione. C’est la vie, mais…

Mais...ci deve essere in me un “bug”, un qualcosa che causa una coazione al dolore, e dire che questa volta ci ero andata cauta e c’era stato un lungo periodo di match point. O sarà vero quel che dice De Gregori ne “Le storie di ieri”, “I poeti che brutte creature, ogni volta che parlano è una truffa”?

E allora, bisogna alzare la testa, ricacciare indietro la delusione, non ascoltare la voce interiore che ti dice che, se una persona ti ha chiamato 10 (dico dieci) volte il giorno di Natale e ti ha mandato 20 (leggesi venti) sms lamentando che non poteva star lontana da te nemmeno un attimo, poi, solo tre giorni dopo non può essere diventata quel Convitato di Pietra di mozartiana memoria, in nome di una crisi di malinconia esistenziale.

Tant’è. Se non altro, prendo gusto a sentirmi per una volta come la mia adorata Rossella O’ Hara, e citandola dico:

Tara ….
a casa, a casa mia,
e troverò un modo per riconquistarlo.

(Non so oggettivamente se valga la pena di riconquistarlo, ma so che era -ops, è – affascinante quanto Rhett)

Dopotutto, domani è un altro giorno….(e via musica)

(peccato che quella stupenda colonna sonora adesso ci ricordi la trasmissione di Vespa:)

Morale della storia:  

A noi, donne con le spalle forti
e gli occhi grandi,
sono interdette la tenerezza e le lacrime.

“Va’ a lavurar, bon da  nient!  “direbbe il ramo nordico della mia famiglia.

A proposito, domani arriva il nipote ventenne da Novara con la sua fidanzatina…aaargh, ho già un nipote ventenne?!

E pensare che solo l’altro ieri era in fasce e cercava di staccare tranquillamente l’orecchio a mia figlia, di un mese più piccola…

A lavurar, a lavurar.

Più smalto rosso sulle unghie, più sorrisi.

Meno malinconia, più rose e meno viole.

Più gatti e meno pianti.

Ciao a tutti e ancora buon anno.

Il vostro Angelo Harielle

Annunci

18 thoughts on “Da dove si ri- parte?

  1. Ciao, è inutile dire che mi dispiace davvero per quello che ho letto, spero ci sia il margine perchè tutto si sistemi per il meglio.
    Ti auguro che il nuovo anno vesta i tuoi desideri con gli abiti della realtà….
    Con amicizia, Vito

    Mi piace

    1. Mia carissima Rosy, oggi sono riuscita ad entrare qui, nel tuo salotto, e leggere le tue parole mi ha riportato ai tempi del blog msn (che tanto mi piaceva)… Non ti dirò altre parole oltre a quelle che sai…Mi è molto spiaciuto ciò che ti è capitato perché a volte sembra che la storia della nostra vita (mi ci metto anch’io…) vada sempre e solo da una parte…Dopo aver meditato e dopo varie osservazioni intorno a me sono arrivata alla conclusione che in tutti, più o meno, c’è questa sensazione…E’ vero che c’è il fattore “fortuna” che può aiutare ma c’è anche il fattore “apparenza”.. Allora ti invito a riflettere su questi ultimi e,davvero, pensare che “domani è un altro giorno” e che tu meriti di più.. Ho sentito giorni fa in TV uno psicologo che diceva che il difetto della donna è l’essere masochista. Sopportare tutto senza mai pensare che si vale più della persona che non ha saputo capirti… Ti abbraccio forte con tanto affetto.
      P.S.: questo blog è bellissimo e persino la musica… Mi dici come hai fatto? 🙂

      Mi piace

  2. ohhhhh caro angelo………..
    spero che tu metta sul serio quel po di lacca rossa in più sulle unghie…..
    e poi ti guardi allo specchio e ti dica….
    SONO BELLA
    perchè sei bella….dentro e fuori….
    e poi parta alla conquista del mondo….
    nessuna ri-conquista ….caro angelo….
    c’è un momento in cui sono loro che devono….ri-conquistarci
    non sminuire te stessa….
    sei bella e vali….lascia che se ne accorga da solo

    scusa…ma il mio cuore voleva dirti questo….in questo spazio dove praticamente non ci sono più….ma per te sempre….sei nel mio cuore

    ti abbraccio forte…stai serena
    tutto torna……….

    Mi piace

  3. I Navajo insegnano ai loro bambini che ogni mattina il sole che sorge
    e’ un sole nuovo.
    Nasce ogni giorno, vive solo per quel giorno,
    muore alla sera e non ritornera’ piu’.
    Dicono ai loro piccoli: Il sole ha solo questo giorno, un giorno.
    Vivi bene la tua vita in modo che il sole
    non abbia sprecato il suo tempo prezioso.

    Mi piace

  4. Le persone a volte sono strane…..!!!!Non sarà stato un momento di malinconia passeggero ed “il convitato di pietra” si trasformerà nuovamente in una persona innamorata? Certo che si è dimostrato infantile e volubile!!!!Per adesso cara Harielle hai il compito di stare vicino alla tua amica e spero tanto che non sia stata questa tua disponibilità ad accogliere le pene altrui ad ammutirlo. Mah sono congetture mie. Ti abbraccio, angelo, forte forte.

    Mi piace

  5. E’ la prima volta che ti leggo e mi dispiace anche se non ti conosco sentirti così amareggiata e non hai nemmeno tutti i torti!! Gli uomini sono molto strani,anche se loro dicono che siamo noi donne a comportarci stranamente,spero si renda conto del suo comportamento e ritorni da te !! Ciao.Liù

    Mi piace

  6. Dieci telefonate e venti sms sono troppi e sospetti per essere autentici. Basta venire di persona lasciandoi tutto e guardarsi in faccia. Crisi esistenziale? Forse ma non ci credo.
    Quello che dispiace è che tu, che sembri sensibile e pronta a donare, ci abbia creduto. Il risultato finale è stato cocente per lo spirito e la mente. Una grande delusione risvegliarsi dopo aver sognato e sperato in un altro epilogo.
    Ti auguro che nel 2012 tu possa trovare qualcun altro più sincere e meno maniaco del telefono.
    Auguri.

    Mi piace

  7. Rosy… mi fai sorridere quando scrivi del tuo rammarico per la sigla di Porta a Porta… Ma tutto il resto no, no che non mi fa sorridere. 😦
    Mi dispiace tanto, so bene cosa significa essere preda dell’incoerenza degli uomini. Mi verrebbe da dirti che forse non è tutto perso, ma come tu stessa hai scritto forse non vale la pena di continuare su questa strada. Quelli così, quando li individui, è bene lasciarli da parte, ché portano solo guai. Poi magari mi sbaglio, magari lui non è così, si è trattato solo di un momento di incertezza… Non so niente di preciso a proposito di questa storia, so solo che a leggerti mi sento tanto vicina a te. Meriti che le prossime prove di felicità vadano per il verso giusto, io te lo auguro tanto!
    Ti stringo forte!

    Mi piace

  8. mi spiace , ma sappi che faccio mio il commento di Emma.
    Prendi quelle prove di felicità e conservale nei ricordi, allietandoti per averli vissuti per un attimo, senza lacrime o rimpianti,perchè non meritano tanto e poi ricorda sempre che domani è un altro giorno e si vedrà. Avanti tutta..e a lavurar ci stiamo per tornare per davvero…e va bene anche così 🙂

    Mi piace

  9. eeeh! Ti assicuro che certe cose succedono anche agli uomini cara! 😀 Di persone scomparse dopo aver dichiarato che senza di te non potevano neanche respirare ne è purtroppo pieno il mondo. Perché? Forse perché molte di queste persone sono troppo abituate a saltare subito alle conclusioni… sbagliandole 😉 Chissà….

    Io adesso sono su http://www.wolfghost.com, piattaforma Logga.me basata su wordpress 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...