Il bianco incanto nei vostri Haiku

Per noi abitanti del centro la neve è sempre una sorpresa, una vera sorpresa, che ci coglie sempre impreparati e che crea disagi notevoli al sistema dei trasporti e della viabilità.

Ma la neve è anche una presenza silenziosa e delicata, il suo biancore crea degli arabeschi di seta quando si posa sugli alberi, sui monumenti e sul terreno.Ricama emozioni come fiocchi, si rivolge al cuore e lo riempie di bianco candore.

Oggi la neve è caduta su Roma ed è arrivata alle porte di Roma, dove abito io. Insieme alle foto, vi posterò alcune frasi tratte da un libro “cult”, Neve di Maxence Fermine, dedicato tutto agli Haiku e al bianco incanto.

Scriverò  anche qualche haiku, composizioni giapponesi composti da brevi sillabe e non lunghe più di tre versi, e vi invito a comporli, se non sulla neve, magari sull’inverno o sul colore bianco…vi va? Li pubblicherò qui e li leggeremo insieme….su, ditelo all’Angelo…

(neve a Tivoli, presso la porta della Pace)

(il Canopo della Villa Adriana sotto la neve)

DUE HAIKU SCRITTI DA ME:

Neve sulla terra,

bianco candore,

in cielo l’amore

Sono un’isola nella neve,

spazzata dal vento

solitaria e scarna

ED ECCO I VOSTRI HAIKU…ne aspetto altri…

da ross, che dolci…

DOLCE STATUA DI NEVE,
PIENA DI CANDORE,
PARLI SENZA FAR RUMORE AL MIO CUORE DI BIMBA
E LO RIEMPI DI CALORE.

da Popof1955:

Accarezza le cose
la candida mano
poi piano si scioglie.

da Vito M:, bravissimo e infaticabile poeta:

SERE D’ESTATE

Sere d’estate
Il cielo cambia veste
Al calar del sole (Res)
Uno sfumar di toni
Inebria il ponente (Vito)

L’AMORE

Cosmico sprazzo
Di remoto bagliore,
eterna forza.
E’ giunta dal principio
a concimare cuori

MAPPA DELL’INFINITO

In me risiede
Mappa di infinito,
arduo percorso

si snocciola per valli
di silenzio adorne.

ESTATE

Bionde vedette
Chine in riverenza
A dolce vento

mentre il mezzogiorno,
scaltro ruba le ombre.

L’UNIONE

Supremo verbo
Detta l’esistere:
due in uno.

In cosmico sprazzo
crea pura essenza.

SILENZIO

Odo silenzi,
l’apparenza di stato,
dolce inganno.

Clamori d’animo
Sfuggono l’udire

ICONA

Assorta pare,
malinconico sguardo
fugge lontano

scrutando nel futuro,
del figlio il dolore.

LENTO SCENDE
IL DANZAR DI FIOCCHI,
BIANCO IMMACOLATO

——-

SPIRITI MUTI
VOLANO DAL CAMINO,
ARDON LE BRACI

LA BIANCA COLTRE
CAREZZA IL DORMIENTE,
SEME SOGNANTE

——-

da Ariel, la sirenetta :

ci sono adesso
ci sono
cade a neve

……

da Marirò, che dice di non saperli scrivere e invece è brava:

Dolce meringa
affondare il viso
nel tuo bianco candore

da Gian Paolo un haiku delicato:

Cielo di notte
è bianca la campagna
riposa neve

da Hariel, la mia “gemellina”:

Bianco candore
scende nel cuore
portando amore

HAIKU DA “NEVE”, MAXENCE FERMINE

Vento invernale

Un monaco scintò

Cammina nel bosco

Issa

Si spacca la brocca d’acqua

(Stanotte ha gelato)

Mi desta.

Bashô

...

Su questa landa innevata

Morte ci fa

Budda di neve.

Chôsui

...


Annunci

18 thoughts on “Il bianco incanto nei vostri Haiku

  1. Molto belli i tuoi haiku……

    LENTO SCENDE
    IL DANZAR DI FIOCCHI,
    BIANCO IMMACOLATO

    ——-

    LA BIANCA COLTRE
    CAREZZA IL DORMIENTE,
    SEME SOGNANTE

    ——-

    SPIRITI MUTI
    VOLANO DAL CAMINO,
    ARDON LE BRACI

    Spero ti piaciono, li ho scritti proprio ora.
    Serena notte, Con amicizia, Vito

    Mi piace

  2. oh mamma mia che splendore!!! ( e che invidia 😛 eheh)
    dunque…con questa storia degli haiku mi sono impicciata..come si fanno????
    aehm…

    Bianco candore
    scende nel cuore
    portando amore

    può andare?
    Sto un pò assonnata eh 😛

    Abbraccio strettostrettostretto!

    Mi piace

    1. Grazoeee….. L’aiku veniva composto in questa maniera:. Il maestro cominciava con lo scrivere un verso (haiku) di tre righe e di 5-7-5 sillabe, il più importante perchè rappresentava il tema da sviluppare. Un secondo poeta aggiungeva un altro verso di 7+7 sillabe e così di seguito un terzo e poi tutti gli altri. Queste composizioni non venivano firmate e venivano lette ad alta voce e poi commentate.
      Ti lascio alcuni miei haikù che però non hanno nulla a che fare con il tema dell’inverno: Premetto che io amo scriverli in questo modo,
      tre rigra rispettivamente di 5, 7 e 5 sillabe, più altre due riga di 7 sillabe ciascuna.
      Mi pare doveroso dire che il primo haiku: Sere d’estate, è stato composto a quattro mani con l’amica Res.

      SERE D’ESTATE

      Sere d’estate
      Il cielo cambia veste
      Al calar del sole (Res)
      Uno sfumar di toni
      Inebria il ponente (Vito)

      L’AMORE

      Cosmico sprazzo
      Di remoto bagliore,
      eterna forza.
      E’ giunta dal principio
      a concimare cuori

      MAPPA DELL’INFINITO

      In me risiede
      Mappa di infinito,
      arduo percorso

      si snocciola per valli
      di silenzio adorne.

      ESTATE

      Bionde vedette
      Chine in riverenza
      A dolce vento

      mentre il mezzogiorno,
      scaltro ruba le ombre.

      L’UNIONE

      Supremo verbo
      Detta l’esistere:
      due in uno.

      In cosmico sprazzo
      crea pura essenza.

      SILENZIO

      Odo silenzi,
      l’apparenza di stato,
      dolce inganno.

      Clamori d’animo
      Sfuggono l’udire

      ICONA

      Assorta pare,
      malinconico sguardo
      fugge lontano

      scrutando nel futuro,
      del figlio il dolore.

      Spero d’aver fatto cosa a te gradita.
      Buon fine settimana, con amicizia, Vito

      Mi piace

  3. per noi del Sud vedere le città così imbiancate è bellissimo!!
    Gli Haiku sono uno più bello dell’altro 🙂
    Un caro abbraccio,buon fine settimana 😀 Liù

    Mi piace

  4. bellissime foto.
    un haiku? mai scritto un verso…ci provo? ma non metterti a ridere 🙂
    è che guardando stamattina l’Etna meravigliosamente innevata ho avuto subito voglia di meringhe!! calo di zuccheri?
    😉

    Dolce meringa
    affondare il viso
    nel tuo bianco candore

    Mi piace

  5. La neve è un evento naturale che da un lato ammalia le persone, dall’altro le fa perdere la testa.
    Quindi non c’è da stupirsi se esiste un florilegio di poesie, di haiku e altro dedicato al bianco candore.

    Ecco il mio haiku

    Cielo di notte
    è bianca la campagna
    riposa neve

    Un sorriso

    Mi piace

  6. A me non vengono i versi, le poesie, gli Haiku davanti alla neve. Non lo so perché, ma proprio ho il vuoto in testa, l’unica reazione che mi viene è un sorriso imbambolato come quello di una bimba incredula. Dice che forse nevicherà anche a Napoli… speriamo! ^____^

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...