Dance me to the end of Love

Conducimi fino alla tua bellezza con un violino ardente
Conducimi attraverso il panico finchè potrò essere al sicuro
Alzami come un ramo d’ulivo e diventa la colomba che mi riconduce a casa
Conducimi fino alla fine dell’amore. Conducimi fino alla fine dell’amore

Chi di noi non si struggerebbe per delle parole così belle?

E’ l’amore che sboccia, quello condiviso, quello ricambiato.

Quello che vuole arrivare ” to the end of Love”, fino alla fine del giro di danza.

Amore che supera le barriere e che emoziona.

Amore che nasce dal cuore.

Stupenda canzone di Leonard Cohen che mi ha riscaldato l’anima.

Mi ha fatto ricordare di mia nonna e di suo cugino,

innamorati fin da bambini, poi separati per convenienza, 

poi rimasti entrambi  vedovi da anziani e ritrovatisi  affezionati come sempre,

che la domenica ballavano il tango e il valzer per la gioia di noi nipoti.

Nel ballo si trasformavano e come per magia tornavano i ragazzi di una volta,

quelli nati negli anni ’10 del Novecento,

quelli che erano prima della guerra, prima della crisi,

prima che lui partisse per la guerra d’Africa

e venisse tratto prigioniero presso Addis Abeba per 10 anni, dal 1937 al 1947.

Loro non conoscevano la canzone di Leonard Cohen, 

ma sembravano dire, danzando, Dance me to the end of Love.

RINGRAZIO  MIZAAR VIRGINIA  PER AVERMI DATO LO SPUNTO IN UNA NOSTRA CONVERSAZIONE IN FB  🙂

Annunci

15 thoughts on “Dance me to the end of Love

  1. Ci sono storie che emozionano, queste è una di quelle… non credo servono parole, bisogna solo lasciarsi trasportare e vivere quelle sensazioni che si ricavano… lasciarsi trasportare come fa la barca con la corrente del mare….
    Buona serata, con amicizia, Vito

    Mi piace

  2. Le belle parole emozionano sempre. Quelle della conzone non tradiscono il pensiero. L’amore è un sottile gioco dove sono i sentimenti a ballare sulle note del cuore.
    Bello è il ricordo della nonna e del cugino, che uniti da giovani, separati da adulti, ri ritrovano da anziani a godersi gli ultimi spiccioli della vita.
    Un abbraccio

    Mi piace

  3. Fammi ballare fino alla fine della vita.
    Mi vengono in mente le parole di una canzone di Briyan Adams: “I wan to be eighteen till I die” (voglio essere diciottenne fino a quando moriro’).

    In tutti e due i casi, la forza e la voglia di vivere.

    Marghian

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...