8 marzo e riflessioni sparse

Simpatica, indipendente, ironica, paziente, intelligente, sensibile, tranquilla ma determinata, e se è carina è meglio.

Generosa,  altruista, non presuntuosa, dolce, allegra, romantica, passionale, interessante, semplice, e se è anche sexy è meglio.

Bella,  simpatica, magra, sensuale, formosa,  sessualmente attiva anche  meglio.

Magnetica,  femminile,  comprensiva,  avvolgente e se materna è meglio.

Aggettivi talvolta in conflitto tra loro che descrivono e scolpiscono il ruolo assegnato alla donna dalla sociietà e nei diversi ruoli.

E noi donne come siamo? Diverse e contraddittorie, forti e coraggiose quasi tutte,col tempo almeno ci si diventa.

Le donne vere non hanno bisogno di un 8 marzo, che ricorda peraltro un triste incidente,  ma della tenerezza, del riconoscimento della loro alterità, del rispetto non a parole ma nei fatti, il che significa cambiare la mentalità di alcuni –pochi ma all’oggetto delle cronache nere – uomini.

Niente mimose, ma una riflessione: come tu mi vuoi? no, accettami come sono…

Ovviamente non si deve mai scadere nel generalismo, nè nello stereotipare gli uomini come oppressori del genere femminile…

Scultura d Etienne Maurice Falconet: Pigmalione e Galatea 

dipinto di Renè Magritte – La galleria

Annunci

4 thoughts on “8 marzo e riflessioni sparse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...