Tag Archives: haiku

Il bianco incanto nei vostri Haiku

3 Feb

Per noi abitanti del centro la neve è sempre una sorpresa, una vera sorpresa, che ci coglie sempre impreparati e che crea disagi notevoli al sistema dei trasporti e della viabilità.

Ma la neve è anche una presenza silenziosa e delicata, il suo biancore crea degli arabeschi di seta quando si posa sugli alberi, sui monumenti e sul terreno.Ricama emozioni come fiocchi, si rivolge al cuore e lo riempie di bianco candore.

Oggi la neve è caduta su Roma ed è arrivata alle porte di Roma, dove abito io. Insieme alle foto, vi posterò alcune frasi tratte da un libro “cult”, Neve di Maxence Fermine, dedicato tutto agli Haiku e al bianco incanto.

Scriverò  anche qualche haiku, composizioni giapponesi composti da brevi sillabe e non lunghe più di tre versi, e vi invito a comporli, se non sulla neve, magari sull’inverno o sul colore bianco…vi va? Li pubblicherò qui e li leggeremo insieme….su, ditelo all’Angelo…

(neve a Tivoli, presso la porta della Pace)

(il Canopo della Villa Adriana sotto la neve)

DUE HAIKU SCRITTI DA ME:

Neve sulla terra,

bianco candore,

in cielo l’amore

Sono un’isola nella neve,

spazzata dal vento

solitaria e scarna

ED ECCO I VOSTRI HAIKU…ne aspetto altri…

da ross, che dolci…

DOLCE STATUA DI NEVE,
PIENA DI CANDORE,
PARLI SENZA FAR RUMORE AL MIO CUORE DI BIMBA
E LO RIEMPI DI CALORE.

da Popof1955:

Accarezza le cose
la candida mano
poi piano si scioglie.

da Vito M:, bravissimo e infaticabile poeta:

SERE D’ESTATE

Sere d’estate
Il cielo cambia veste
Al calar del sole (Res)
Uno sfumar di toni
Inebria il ponente (Vito)

L’AMORE

Cosmico sprazzo
Di remoto bagliore,
eterna forza.
E’ giunta dal principio
a concimare cuori

MAPPA DELL’INFINITO

In me risiede
Mappa di infinito,
arduo percorso

si snocciola per valli
di silenzio adorne.

ESTATE

Bionde vedette
Chine in riverenza
A dolce vento

mentre il mezzogiorno,
scaltro ruba le ombre.

L’UNIONE

Supremo verbo
Detta l’esistere:
due in uno.

In cosmico sprazzo
crea pura essenza.

SILENZIO

Odo silenzi,
l’apparenza di stato,
dolce inganno.

Clamori d’animo
Sfuggono l’udire

ICONA

Assorta pare,
malinconico sguardo
fugge lontano

scrutando nel futuro,
del figlio il dolore.

LENTO SCENDE
IL DANZAR DI FIOCCHI,
BIANCO IMMACOLATO

——-

SPIRITI MUTI
VOLANO DAL CAMINO,
ARDON LE BRACI

LA BIANCA COLTRE
CAREZZA IL DORMIENTE,
SEME SOGNANTE

——-

da Ariel, la sirenetta :

ci sono adesso
ci sono
cade a neve

……

da Marirò, che dice di non saperli scrivere e invece è brava:

Dolce meringa
affondare il viso
nel tuo bianco candore

da Gian Paolo un haiku delicato:

Cielo di notte
è bianca la campagna
riposa neve

da Hariel, la mia “gemellina”:

Bianco candore
scende nel cuore
portando amore

HAIKU DA “NEVE”, MAXENCE FERMINE

Vento invernale

Un monaco scintò

Cammina nel bosco

Issa

Si spacca la brocca d’acqua

(Stanotte ha gelato)

Mi desta.

Bashô

...

Su questa landa innevata

Morte ci fa

Budda di neve.

Chôsui

...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: